BIM (Building Information Modeling)


Che cosa significa BIM?



BIM (Building Information Modeling) è l’atto del progettare un edificio in un ambiente di disegno assistito dal computer, integrando tutte le informazioni dei singoli elementi in un modello 3D. Il modello 3D in combinazione con le informazioni viene condiviso con le altre parti del team di progettazione e viene gestito in modo strutturato. Una volta ultimata la fase progettuale, il modello BIM finale rifletterà l’edificio costruito ancor prima che vengano cominciati i lavori. Ciò può essere utilizzato per monitorare le prestazioni del nuovo edificio nel corso del suo ciclo vitale e per la gestione degli impianti, raggiungendo così l’obiettivo di creare una connessione tra spese di investimento e costi operativi.

 

Indietro


Geometria + Dati = Modello BIM


I modelli BIM sono disegni 3D digitali atti a rappresentare ogni componente di un edificio completo di tutte le informazioni relative.

Possiamo pensare queste informazioni come il DNA digitale dell’oggetto 3D. Inizialmente riguarderanno la sua identità, il suo costo e le sue specifiche tecniche. Mentre il progetto è in fase di realizzazione, si aggiungeranno informazioni specifiche per ogni singolo elemento del progetto. Infine le informazioni verranno aggiornate per riflettere ciò che è stato realmente realizzato. Quando si esaminerà il progetto BIM, sarà possibile tracciare la storia di ciascuno dei singoli modelli BIM all’interno e misurarli con la realtà del costruito.

Quando parliamo di modelli BIM, dobbiamo fare una distinzione significativa in due classi principali:

Modello BIM di un prodotto

Il modello BIM di un prodotto sono rappresentazioni di prodotti fabbricati singoli come ad esempio un tavolo, una lampada o un forno a gas. Questi modelli sono di natura modulare, devono avere un certo grado di funzionalità dinamica e devono essere riempiti di dati del produttore fin dall’inizio di un progetto.

Modello BIM di un progetto

Il modello BIM di un progetto rappresenta tutti gli elementi dell’edificio come le pareti, il soffitto o la struttura stessa dell’edificio. Questi modelli sono infinitamente mutevoli e configurabili, dovrebbero avere una notevole quantità di funzionalità dinamiche complesse e raccogliere molte altre informazioni specifiche del progetto.

 

Indietro

 


Video


Che cos’è il BIM?

Il significato della “I” nel concetto di BIM

 

Indietro

 


Adozione del BIM nel Mondo



Il concetto di BIM circola ormai da quasi vent’anni e nasce negli Stati Uniti d’America utilizzando software creati ad hoc. Nel 2011 una nuova relazione sulla costruzione prodotta nel Regno Unito ha evidenziato i vantaggi del BIM e come questo possa incidere positivamente e notevolmente sulla riduzione dei costi di costruzione. Il governo britannico ha quindi legiferato introducendo l’adozione del cosiddetto livello 2 per i progetti finanziati da entità pubbliche entro il 2016. L’UE sta adesso avvisando gli Stati membri di esaminare i casi di paesi come il Regno Unito, i Paesi Bassi e la Finlandia e di come standard BIM aperti possano incorporare le molteplici applicazioni software utilizzate attualmente in Europa.

In molti paesi l’utilizzo del software standard BIM sarà un obbligo di legge per tutti i progetti pubblici e quasi certamente per tutti i grandi progetti. BIM quindi non è un software unico ma un nuovo standard di progettazione e comunicazione tra le diverse parti.

 

Indietro

 


Tecnologia



La tecnologia è sempre in continua evoluzione e l’archiviazione e la gestione dei dati diventa via via sempre più facile e accessibile. Il BIM consente all’industria edile di trarre vantaggio dalla nuova tecnologia in modo molto simile a quanto altre industrie hanno già fatto in passato. I computer sono diventati essenziali nella progettazione di qualunque tipologia di oggetto, tanto che i modelli digitali sono usati per testare le prestazioni aerodinamiche degli aeroplani o l’efficienza dei carburanti delle auto più recenti. Allo stesso modo il BIM permette ai professionisti delle costruzioni di collezionare ed elaborare le informazioni a un livello senza precedenti, impossibile utilizzando i metodi esistenti fino a poco tempo fa.

Oggi è possibile individuare praticamente qualsiasi prodotto in un motore di ricerca e visualizzarne le sue specifiche. Il prossimo passo logico è quello di disporre di sistemi per gestire e trasportare tali informazioni senza doverle replicare qualora possano essere gestite ed elaborate. Il BIM funziona in maniera primaria con le informazioni raccolte all’inizio di un progetto, aggiunte nel suo corso e compilate per un futuro utilizzo fino alla dismissione di tale progetto.

 

Indietro

 


Comunicazione



Uno dei problemi più grossi dell’industria edile è la comunicazione. La scarsa comunicazione può portare a due problemi principali: il tempo in attesa di informazioni ed gli errori costosi sul sito costruttivo.

Il BIM è un metodo per comunicare informazioni su un progetto che riduce i tempi di consegna e riduce notevolmente gli errori. Le nuove tecnologie hanno permesso la comunicazione tra due punti in pochi secondi. L’industria si era basata in precedenza sulle chiamate telefoniche e sulla posta fisica per collaborare su un progetto. Ora ha progredito nell’utilizzo dell’e-mail e nell’utilizzo di file CAD per comunicare. Il prossimo passo logico è che tutte queste informazioni si riuniscano in modo digitale utilizzando il BIM.

Le persone stanno già utilizzando il BIM come metodo per comunicare con il futuro obiettivo di progredire in un ambiente di lavoro digitale in tempo reale. Gli ingegneri possono vedere come un sistema strutturale funziona attorno alla struttura spaziale dell’architetto e la strategia di costruzione lavorando su un unico modello che contiene tutti i dati e le informazioni nel disegno stesso. Questo modello può essere ospitato nel cloud dove poi è facilmente accessibile tramite internet datutti i collaboratori.

Efficienza



Il BIM rende più efficiente il processo di progettazione automatizzando i compiti ed evitando le duplicazioni. Viene creato un modello 3D e poi classificato con informazioni dalle sue origini allo sviluppo del modello ed infine con l’installazione. Questi dati sono tutti utilizzati per la fase di prototipazione del progetto, la convalida e in ultima analisi la manutenzione dell’edificio.

La geometria 3D dovrebbe essere la base da cui derivano tutte le geometrie 2D. Questo consente di effettuare modifiche minori, ad esempio spostare una singola porta e i disegni saranno facilmente aggiornati senza doverli modificare singolarmente. Ci sono molte più informazioni nel modello 3D, che diventa una rappresentazione più vicina della realtà. Ciò consente di risparmiare tempo e di ridurre il rischio di errore umano.

La duplicazione di qualunque attività progettuale viene eliminata e questo beneficio lo si sente di più quando le informazioni vengono raccolte in tempo reale. Ciò consente di risparmiare tempo e riduce i rischi. Il riferimento automatico significa che le informazioni devono essere modificate solo in un solo punto e questo ancora una volta elimina l’errore umano.

Organizzazione



 

Il BIM sta generando una connessione tra le spese in conto capitale, il costo dell’edificio e le spese operative, il costo per gestire l’edificio per il suo intero ciclo di vita. Ciò si ottiene con ogni singola informazione su ciò che è stato effettivamente costruito che di riflette nel modello BIM e quindi il modello BIM è archiviato come una risorsa. Da qui è possibile testare le prestazioni della struttura completa e il modello può essere utilizzato per la gestione degli impianti.

Ciò creerà degli edifici più performanti in termini di efficienza energetica e i miglioramenti per la gestione delle strutture contribuiscono ad una migliore operatività dell’edificio.

Estratto dal “HM Government UK Construction Strategy 2025”

Autodesk® Revit®


Autodesk® Revit®, autodesk.com

Autodesk® Revit® è un programma CAD e BIM per sistemi operativi Windows, creato dalla Revit Technologies Inc. e comprato nel 2002 dalla Autodesk, che consente la progettazione con elementi di modellazione parametrica e di disegno.
Tramite la parametrizzazione e la tecnologia 3D nativa è possibile impostare la concettualizzazione di architetture e forme tridimensionali. Questo nuovo paradigma comporta una rivoluzione nella percezione progettuale, poiché questa si sostanzia in termini non più cartesiani ma spaziali, con i vantaggi che questa può apportare alla progettazione.

Graphisoft® ArchiCAD®


Graphisoft® ArchiCAD®, graphisoft.com

GRAPHISOFT® ArchiCAD® è un programma BIM di architettura per Windows e Macintosh sviluppato dalla società ungherese Graphisoft inizialmente e fino al 1995 col nome di Radar/Ch.
Al 2011 circa 150.000 professionisti lo usano nell’industria della progettazione di edifici. ArchiCAD permette all’utente di lavorare con oggetti a cui sono applicati dati parametrici, spesso chiamati “oggetti intelligenti” da parte degli utenti. Ciò differisce sostanzialmente dalla modalità operativa degli altri programmi CAD creati negli anni ’80. Il prodotto permette all’utente di creare un “edificio virtuale” utilizzando elementi strutturali “reali” come muri, solai, tetti, porte, finestre e mobili. Il programma viene fornito con una grande varietà di oggetti personalizzabili pre-confezionati, che l’utente può creare anche autonomamente, sia usando gli elementi primitivi del programma che utilizzando il linguaggio GDL.

Trimble Sketchup


Trimble Sketchup, sketchup.com

SketchUp è un’applicazione di computer grafica per la modellazione 3D, creata originariamente da @Last (fondata nel 1999 da Brad Schell e Joe Esch) e orientata alla progettazione architettonica, all’urbanistica, all’ingegneria civile, allo sviluppo di videogiochi e alle professioni correlate. Le piattaforme supportate sono Windows e Mac.
Questa applicazione è caratterizzata da una curva di apprendimento rapida ed è supportata da strumenti per la modellazione particolarmente flessibili. Sketchup è caratterizzato da un motore d’inferenza (inference engine) il quale facilita ed assiste il disegnatore dal punto di vista prettamente grafico. L’applicativo permette anche la realizzazione di semplici animazioni di scena, permette al disegnatore di realizzare con facilità sezioni degli oggetti e di gestire il disegno nelle diverse modalità di rappresentazione (assonometria isometrica, prospettiva a tre fuochi, prospettiva a due fuochi).

Nemetschek Allplan


Nemetschek Allplan, nemetschek.com

Il Gruppo Nemetschek è un fornitore mondiale di software per architetti, ingegneri e imprese edili. L’azienda sviluppa e commercializza soluzioni per la progettazione, costruzione e gestione di opere edili ed immobili e per multimedia. Il Gruppo Nemetschek con tutte le sue società controllate dichiara di avere clienti in oltre 142 Stati.
La Allplan GmbH, con sede a Monaco di Baviera, è stata fondata il 1º gennaio 2008 e si occupa dello sviluppo e della distribuzione della gamma Allplan, da molti anni il prodotto-chiave del Gruppo. La piattaforma software Allplan per la progettazione e gestione di edifici si rivolge ad architetti, ingegneri civili, costruttori e Facility Manager ed è distribuita in tutta in Europa. L’impresa gestisce inoltre Allplan Campus, un portale Internet per studenti e docenti che offre un’area download, video di e-learning e materiali didattici specifici per futuri architetti, disegnatori e ingegneri civili.

Bentley Microstation


Bentley Microstation, bentley.com

MicroStation è un software CAD prodotto per 2/3 dimensioni al fine di progettare o abbozzare prodotti sviluppati e commercializzati da Bentley Systems.
Le ultime versioni del software vengono distribuite esclusivamente per Microsoft Windows, ma storicamente MicroStation era disponibile per le piattaforme Macintosh e un numero di sistemi operativi Unix-like.
MicroStation è la piattaforma di architettura e ingegneria, il pacchetto del software è sviluppato da Bentley Systems, Incorporated. Tra una serie di cose, genera oggetti 2D/3D di grafica vettoriale. La versione corrente è MicroStation V8i.

Tutti i nomi dei prodotti, loghi e marchi sono di proprietà dei rispettivi proprietari. Tutti i nomi delle società, dei prodotti e dei servizi utilizzati in questo sito sono solo a scopo identificativo. L’uso di questi nomi, loghi e marchi non implica la loro sponsorizzazione.


BIM per la Ristorazione Professionale



Molti paesi stanno sempre più richiedendo che tutti i progetti pubblici debbano essere progettati utilizzando software certificati BIM (Building Information Modeling). Grazie ai vantaggi del design integrato contenuto nel concetto di BIM, molti dei progetti più grandi hanno già adottato questa nuova metodologia. L’approccio BIM non è rivolto unicamente al software di utilizzo ma è invece un nuovo processo per facilitare la progettazione e la comunicazione tra i diversi soggetti coinvolti nella creazione di servizi di ristorazione commerciale e professionale. Di conseguenza, sono stati creati standard nuovi ed emergenti per ridurre la confusione e consentire ai professionisti del mercato di collaborare in maniera più efficiente.

L’industria della ristorazione collettiva ha preso una posizione di leadership nell’adozione del BIM per i seguenti motivi:

  • Un impianto di ristorazione è parte integrante di un progetto edilizio e spesso guida la realizzzione di sottosistemi meccanici critici nell’insieme complessivo dell’edificio.
  • Un impianto di ristorazione richiede l’accesso a una ventilazione personalizzata, alle connessioni di potenza e di servizio che richiedono considerazioni di design specifiche.
  • Il consulente Foodservice (FSE) deve analizzare i requisiti dei singoli prodotti e costruire informazioni in base BIM al fine di specificare l’attrezzatura corretta.

Scarica gli ultimi standard BIM per la Ristorazione Collettiva

Ultimo Aggiornamento: Maggio 2017

Ultimo Aggiornamento: Luglio 2015

IFSE sta per International Food SErvice e l’aggiunta di “Data Dictionary” è data dal fatto che è stato redatto in 6 lingue utilizzando lo stesso GUID (Global Unique Identifier).

Nel 2015 FCSI | Foodservice Consultants Society International EAME e EFCEM | European Federation of Catering Equipment Manufacturers hanno creato un gruppo di lavoro BIM per generare un documento che coprisse i requisiti mondiali nell’industria delle attrezzature per la ristorazione collettiva. Hanno definito questo documento IFSE Data Dictionary.

Nel 2016 è stato condotto un sondaggio a livello mondiale da parte di FCSI ed è emerso che l’83% di tutti gli utenti BIM stanno utilizzando Autodesk® Revit® come software. Per queste ragioni, si è iniziato a lavorare su un documento basato su Revit, anche se sono stati analizzati e valutati anche altri software che possono utilizzare il formato IFC come scambio di dati.

Partendo dagli standard in uso negli Stati Uniti d’America per Revit, hanno aggiunto ulteriori parametri dei produttori di apparecchiature diverse fra loro. Utilizzando lo stesso GUID per diverse lingue, è possibile caricare la lingua desiderata nel progetto e sarà rappresentata nel programma sempre nel posto giusto, evitando una mancata corrispondenza di colonne a parità di parametri.

FCSI (Foodservice Consultants Society International) è l’organizzazione mondiale di uomini e donne professionisti nell’offerta di servizi di consulenza di progettazione e gestione, specializzati nell’industria di ristorazione e ospitalità in tutto il mondo.

Nell’ Aprile del 2011, in accordo con il NAFEM | North America Association of Food Equipment ManufacturersFEDA | Foodservice Equipment Distributors Association, hanno pubblicato una guida per chiunque sia interessato alla creazione di attrezzature per la ristorazione. Ciò include produttori, organizzazioni di servizi di contenuti e altri creatori di contenuti che hanno una conoscenza avanzata del software Revit e della creazione di contenuti come modelli Revit.

Nella realtà questo è il riferimento più utilizzato in tutto il mondo al momento.

I consulenti FCSI si stanno preparando ad lavorare su progetti BIM a causa della continua crescita delle richieste di grandi imprese da tutto il mondo. Dopo un’analisi dei software BIM in uso oggi dal settore delle costruzioni, sono orientati ad utilizzare Autodesk® Revit® come piattaforma.